Studio Buttari Commercialista e Revisore legale, gestisce i rapporti con le Banche, piani concordatari per la crisi d'Impresa.

Vediamo passo passo come poter ottenere l'agevolazione fiscale del "Credito d'imposta in Ricerca e Sviluppo" grazie al nostro supporto di consulenza.


Credito d'imposta in "Ricerca & Sviluppo"

...come funziona

Vantaggi fiscali per le imprese che fanno investimenti in ricerca e sviluppo. Un’agevolazione fiscale, sotto forma di credito d’imposta per gli anni dal 2015 al 2019.

Il credito sarà concesso a qualsiasi impresa, indipendentemente dalle dimensioni aziendali, dalla forma giuridica, dal settore di attività.

Sarà calcolato sulle spese sostenute in ciascun periodo di imposta agevolato in eccedenza rispetto alla media dei medesimi investimenti realizzati nei 3 periodi imposta precedenti a quello in corso. Quindi per l'esercizio 2015 si analizzeranno i periodi dal 2012 al 2014. Mentre le società nuove dalla costituzione se questa è avvenuta da meno di tre anni.

Il credito d’imposta spetta fino a un importo massimo annuale di 5 milioni ed è riconosciuto a condizione che la spesa complessiva per investimenti in ricerca e sviluppo effettuata in ciascun periodo d’imposta ammonti almeno a 30.000 euro.

L’agevolazione ha carattere automatico: per ottenerla non occorre un’autorizzazione, ma è sufficiente indicarla nella dichiarazione dei redditi, previa certificazione con attestazione da parte di un "Revisore legale" iscritto al Ministero dell'economia e delle finanze.

Il bonus è utilizzabile esclusivamente in compensazione con modello F24 dal periodo d’imposta successivo a quello in cui i costi sono stati sostenuti, quindi già dal 2016 se nel 2015 questi costi sono stati sostenuti.

Approfondimenti e chiarimenti dell'Agenezia delle Entrate

CONTATTACI!

Come ti aiutiamo ad ottenere il "Credito di imposta in Ricerca & Sviluppo"

STUDIO BUTTARI si propone per supportare le imprese in modo completo:

  • Preanalisi per l'accesso al contributo fiscale;
  • Valutazione e verifica di investimenti in ricerca e sviluppo nei tre esercizi precedenti, quantificando la media di spesa in ricerca e sviluppo e la loro corretta imputazione;
  • Individuazione e valutazione delle attività riconducibili all'agevolazione fiscale di ricerca e sviluppo, suggerendo le corrette modalità per la gestione e imputazione delle voci di costo riconducibili al credito d'imposta;
  •  Verifica e impostazione della congrua documentazione da redigere (contabilità analitica, fogli presenza o simili, etc.) al fine dell'attestazione dei costi ammissibili dal decreto da parte di un Revisore legale;
  • Calcolo e quantificazione complessivo dei costi al fine dell'accesso all'agevolazione;
  • Stesura di una relazione tecnica riepilogativa che racchiuda le voci di costo sostenuti in rapporti tecnico descrittivi delle attività realizzate e relativo impegno in termini, risorse impiegate e risultati raggiunti;
  • Qualora la società non abbia un revisore contabile o bilanci certificati, STUDIO BUTTARI potrà attestare direttamente l'investimento in Ricerca & Sviluppo, perchè regolarmente iscritto presso il MEF come Revisore Legale, così come espressamente richiesto dal decreto;
  • Pianificazione degli investimenti anche per gli anni successivi al fine di consentire l'accesso all'agevolazione fiscale di credito d'imposta previsto fino all'anno 2019.

INSERIRE IL FORM DI GOOGLE


Indicazioni dell'Agenzia delle Entrate sul credito d'imposta in "Ricerca & Sviluppo"

SOGGETTI BENEFICIARI DEL CREDITO D'IMPOSTA

SPESE E VOCI DI COSTO AMMISSIBILI FRUIBILI PER IL CREDITO D'IMPOSTA

COME SI CALCOLA IL CREDITO D'IMPOSTA IN RICERCA & SVILUPPO

CUMULABILITÀ CON ALTRE AGEVOLAZIONI